0004 Repertorio

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE Sicilia; 23 settembre 2015 n. 2314

PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – RISARCIMENTO DEL DANNO DA ATTO AMMINISTRATIVO ILLEGITTIMO – SOPRAVVENUTA INUTILITÀ, PER IL RICORRENTE, DELLA PRONUNCIA DI ANNULLAMENTO – ACCERTAMENTO INCIDENTALE DELL’ILLEGITTIMITÀ DELL’ATTO – CONDIZIONI

L’articolo 34, comma 3, del Cpa, in forza del quale, se l’annullamento dell’atto impugnato non risulta più utile per la parte ricorrente, il giudice comunque accerta l’illegittimità dell’atto stesso se sussiste un interesse della parte a fini risarcitori, si applica soltanto quando la domanda risarcitoria sia stata proposta nello stesso giudizio, oppure quando la parte ricorrente dimostri che ha già incardinato un separato giudizio di risarcimento o che è in procinto di farlo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi