0004 Repertorio

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE Puglia; sede di Lecce; 6 agosto 2015 n. 2609

CORTE COSTITUZIONALE – COSTITUZIONALITÀ (QUESTIONE DI) – RICORSO GIURISDIZIONALE AMMINISTRATIVO PROPOSTO DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE AVVERSO PRIVATO – ART. 133 COMMA 1, LETT. A) N. 2 E LETT. F), C. P.A. – CONTRASTO CON GLI ARTT. 103 COMMA 1 E 113 COMMA 1, COST. – QUESTIONE DEFERITA ALLA CORTE COST. – artt. 103, 113 Cost.; art. 133 c.p.a.

Ai sensi degli artt. 103 comma 1 e 113 comma 1, Cost. viene sollevata questione di legittimità costituzionale dell’art. 133 comma 1, lett. a) n. 2 e lett. f), c.p.a., nella parte in cui le succitate norme vengono interpretate nel senso che, nelle materie riservate alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, l’azione giudiziaria può essere proposta anche dalla Pubblica amministrazione, nella qualità di parte ricorrente, nei confronti del privato, parte resistente, atteso che le succitate norme costituzionali, già nel loro testo letterale, inducono a ritenere che la giurisdizione degli organi di giustizia amministrativa, anche nelle controversie devolute in via esclusiva al giudice amministrativo, deve intendersi limitata alla tutela del privato nei confronti della Pubblica amministrazione, parte necessariamente resistente, escludendo che la stessa possa assumere anche la veste di parte ricorrente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi