0004 Repertorio

CORTE DI CASSAZIONE; Sezioni Unite Civili; 16 settembre 2015 n. 18131

VENDITA – CONTRATTO PRELIMINARE – AZIONE EX ARTICOLO 2932 DEL CC – TRASCRIZIONE DELLA DOMANDA – SUCCESSIVO FALLIMENTO DEL PROMITTENTE VENDITORE – FACOLTÀ DI SCIOGLIMENTO DAL CONTRATTO DA PARTE DEL CURATORE – ESCLUSIONE – artt. 2652, 2932 c.c.; artt. 72, 72-bis l.f.

Nell’ipotesi in cui il promissario acquirente di un immobile abbia trascritto anteriormente al fallimento del promittente venditore la domanda ex articolo 2932 del Cc, l’esercizio del diritto di scioglimento dal contratto da parte del curatore, previsto dall’articolo 72 della legge fallimentare, non è opponibile nei confronti del promissario acquirente medesimo a norma dell’articolo 2652, n. 2, del codice civile.

FALLIMENTO – CURATORE FALLIMENTARE DEL PROMITTENTE VENDITORE – SCIOGLIMENTO DEL PRELIMINARE EX ART. 72 L.F. – CONDIZIONI

Il curatore fallimentare del promittente venditore non può esercitare la facoltà di scioglimento del preliminare ex art. 72 l.f. nei confronti del promissario compratore il quale abbia trascritto prima della dichiarazione di fallimento una domanda ex art. 2932 c.c. accolta con sentenza successivamente trascritta.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi