0004 Repertorio

CONSIGLIO DI STATO; Sezione III; 26 giugno 2015 n. 3208

SANITÀ PUBBLICA – IN GENERE – SERVIZI SANITARI PUBBLICI – TRASPORTO SANITARIO DI URGENZA ED EMERGENZA – AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO – CONVENZIONI DI ASL CON ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E CROCE ROSSA ITALIANA – LEGITTIMITÀ – RATIO – NON COSTITUISCONO UN AFFIDAMENTO DIRETTO VIETATO

Gli artt. 49 e 56 Trattato UE non ostano ad una normativa nazionale che prevede che la fornitura dei servizi di trasporto sanitario di urgenza ed emergenza deve essere attribuita in via prioritaria e con affidamento diretto, in mancanza di qualsiasi pubblicità, alle associazioni di volontariato convenzionate, purché l’ambito normativo e convenzionale in cui si svolge l’attività delle associazioni in parola contribuisca effettivamente alla finalità sociale e al perseguimento degli obiettivi di solidarietà ed efficienza di bilancio su cui detta disciplina è basata; di conseguenza sono legittimi gli atti con i quali una ASL, sulla base di un Accordo quadro regionale per la regolamentazione dei rapporti tra aziende sanitarie ed ospedaliere e associazioni di volontariato e Croce Rossa Italiana, ha sottoscritto convenzioni con esse per i trasporti sanitari di urgenza ed emergenza, non rivestendo l’accordo quadro in questione le caratteristiche di un appalto pubblico affidamento diretto, senza gara, come tale in contrasto con i principi di cui agli artt. 49, 56, 105 del Trattato UE.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi