0004 Repertorio

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE Umbria; 15 giugno 2015 n. 289

INDUSTRIA A E COMMERCIO – ATTIVITÀ – AVVIO – RICEVUTA EX ART. 9 COMMA 2, D.L. N. 7 DEL 2007 – NON EQUIVALE ALL’ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE – art. 9 d.l. 7/07

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (P.A.) – CONTRATTI DELLA P.A. – IN GENERE – APPALTI – GARA – PARTECIPAZIONE – REQUISITI – ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE – MANCANZA – ESCLUSIONE – LEGITTIMITÀ

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (P.A.) – CONTRATTI DELLA P.A. – IN GENERE – APPALTI – GARA – PARTECIPAZIONE – REQUISITI – ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE – OBBLIGO – RATIO

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (P.A.) – CONTRATTI DELLA P.A. – IN GENERE – APPALTI – GARA – PARTECIPAZIONE – REQUISITI – MANCATO POSSESSO – ESCLUSIONE – PREVIA COMUNICAZIONE AVVIO DEL PROCEDIMENTO – ESCLUSIONE – RATIO

Ai fini dell’avvio dell’attività d’impresa e ai sensi dell’art. 9 comma 2, d.l. 31 gennaio 2007 n. 7, il rilascio della ricevuta, contestuale al ricevimento della comunicazione unica da parte dell’ufficio del registro, non equivale di per sé all’iscrizione nel registro delle imprese; ed infatti, seppure la norma affermi che la comunicazione unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al registro delle imprese, e precisi poi che la ricevuta costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività imprenditoriale, chiarisce al contempo che tale effettualità è comunque subordinata alla sussistenza dei presupposti di legge.

È legittima l’esclusione da gara pubblica di un concorrente che, alla data di scadenza del termine per presentare l’offerta, non possedeva il requisito dell’iscrizione nel registro delle imprese.

L’iscrizione nel registro delle imprese costituisce un legittimo requisito di ammissione a gare pubbliche atteso che essa opera, ai sensi dell’art. 2193 c.c., a garanzia della conoscibilità dei fatti imprenditoriali che possono incidere sulle relazioni tra le imprese stesse ed i terzi consentendo il collegamento fra la concessione e l’identificazione della richiedente aspirante, nonché rispettando l’esigenza, altrettanto rilevante, di garantire all’Amministrazione procedente il permanere del possesso in capo alla richiedente dei requisiti necessari all’esercizio delle attività economiche sottese alla concessione.

Ai sensi dell’art. 10 bis, l. 7 agosto 1990 n. 241 il provvedimento di esclusione da una gara pubblica non deve necessariamente essere preceduto da un contraddittorio con il concorrente da escludere atteso che la succitata norma ha espressamente escluso da tale obbligo le procedure concorsuali.

SOCIETÀ E IMPRESE – REGISTRO – ISCRIZIONE – COMUNICAZIONE – EFFICACIA – INSUFFICIENZA – VERIFICA DEI PRESUPPOSTI DI LEGGE – NECESSITÀ – SCIA – DISTINZIONE

Il rilascio della ricevuta, contestuale al ricevimento della comunicazione unica da parte dell’ufficio del registro, non equivale di per sé all’iscrizione nel registro delle imprese – attività rilevante in quanto opera a garanzia della conoscibilità dei fatti imprenditoriali che possono incidere sulle relazioni tra le imprese stesse e i terzi. La disciplina della comunicazione unica è certamente più semplice, meno presidiata, dal punto di vista procedimentale, rispetto alla Scia, però non consente l’immediato inizio dell’attività, che risulta comunque subordinato alla verifica della sussistenza dei presupposti di legge, non essendo comunque ascrivibile all’ambito dell’attività libera.

APPALTI – APPALTI PUBBLICI – GARA – ESCLUSIONE – PREVIO CONTRADDITTORIO PROCEDIMENTALE – ESCLUSIONE – DISCIPLINA – CONSEGUENZE

Il provvedimento di esclusione da una gara non deve necessariamente essere preceduto da un contraddittorio con il concorrente da escludere, come conferma l’articolo 10-bis della legge n. 241 del 1990 che, nel prevedere la comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento delle istanze dei privati, ha escluso dall’ambito di applicazione della norma le procedure concorsuali. Conseguentemente, sull’amministrazione non grava alcun onere di valutare le memorie scritte e le osservazioni presentate in sede procedimentale dalla impresa concorrente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi