Chi Siamo

Giuseppe Pellegrino

Iscritto all’Albo degli Avvocati di Milano dal 1992, mi sono occupato nel corso della mia esperienza professionale prevalentemente di contenzioso, in area civile e penale, con specifico riferimento alla tutela del credito a fronte di illeciti contro il patrimonio in ambito societario e fallimentare. Tra il 2006 ed il 2010 sono stato commissario alle prove di esame avvocato presso la Corte di Appello di Milano, assumendo la presidenza di sottocommissione nelle ultime due edizioni. Più recenti esperienze mi hanno avvicinato al diritto dei conflitti armati, mediante la partecipazione ai corsi di Stato Maggiore Difesa, alle esercitazioni di NRDC-Italy, il comando di grande unità complessa schierato nel 2013 in Afghanistan quale Stato Maggiore del Comando ISAF. La redazione della monografia “Targeted Killings: l’uso intenzionalmente letale della forza tra esercizio della sovranità e tutela dei diritti fondamentali della persona” mi ha consentito di sperimentare in prima persona la validità dell’approccio interdisciplinare che propongo ai miei allievi durante i corsi, avendo dovuto affrontare le problematiche inerenti alla tutela dei diritti umani nel contesto dell’esercizio della sovranità negli scenari più esasperati quali il contrasto al terrorismo ed all’insorgenza. Nel 2012 ho collaborato nell’attività didattica del Centro Alti Studi Difesa, struttura di alta formazione destinata ai vertici delle quattro Forze Armate e della Guardia di Finanza.

Alberto Ferrari

Il mio percorso, del tutto anomalo, inizia lontano dagli istituti universitari di giurisprudenza e più in particolare trova origine nel Conservatorio di Genova, dove ho conseguito il diploma di pianoforte. Nel gennaio 2010, all’inizio della mia pratica forense, ho frequentato le lezioni del primo corso sperimentale della Scuola e di lì ho iniziato a collaborare con il collega Pellegrino sul piano sia professionale, che formativo. Nel corso del 2011 e del 2012 ho partecipato all’attività di ricerca per la redazione della sua monografia in materia di omicidi mirati, nonché alla redazione del Manuale della Scuola, di cui attualmente coltivo l’attività di ricerca e di aggiornamento giurisprudenziale. Dell’ottobre del 2012 la piacevole novità del superamento dell’esame di Stato.

Antonio Zanini

WP_20141002_027(1)Ho prestato servizio presso nell’Aeronautica Militare dal 1965 al 2002, congedandomi con il grado di generale di brigata aerea.

Assegnato al 50° stormo come pilota di squadriglia nel 1970, in seguito, dopo aver frequentato i corsi previsti, ho svolto attività di istruttore di volo ed a terra per gli allievi dell’accademia aeronautica. Dopo 10 anni di attività operativa al 51° stormo ho comandato il 155° gruppo caccia bombardieri e l’ufficio operazioni del 51° stormo. Trasferito al comando della 1^ regione aerea, nel grado di colonnello, come capo ufficio sono stato responsabile dei seguenti organismi: comando, programmazione finanziaria, sicurezza ed informazioni, logistica, direzione del personale. Ho comandato la base di Rivolto – sede della pattuglia acrobatica nazionale – nel grado di generale di brigata aerea, in qualità di Vice Comandante la 1^ Regione Aerea.

Ho svolto attività di volo per un totale di 2700 ore prevalentemente sul velivolo F-104, oltre che su MB339, MB326, F5, AMX ed alcuni ormai storici T33, F84F, oltre a velivoli ad elica ed alianti.

Sono laureato in scienze aeronautiche e della difesa. Nel corso della mia formazione ho seguito i corsi di istruttore di volo, scuola di guerra aerea, guerra elettronica, pilota e tecnico di sistemi teleguidati (drones e radiobersagli), presso l’Accademia dell’Aeronautica.

Dopo il congedo ho operato come consulente presso Selex ES nel settore di sviluppo e collaudo dei sistemi teleguidati e dei simulatori di volo.

Nel Corso di perfezionamento mi occupo della predisposizione di tutta la preistruttoria presupposta allo svolgimento delle esercitazioni pratiche e partecipo alle ore di simulazione di udienza, nel corso delle quali gli allievi sono chiamati a sostenere un role playing, interfacciandosi tra loro nei diversi ruoli processuali con l’ausilio dei docenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi